LV ENHANCED Image Slider  

La vendetta

La vendetta

PDFStampaE-mail
Indice
La vendetta
Pagina 2
Pagina 3
Pagina 4
Pagina 5
Pagina 6
Tutte le pagine

Copertina del romanzo

 

Sulla spiaggia affollata di bagnanti, tra il muro del lungomare e l'ultima fila di ombrelloni multicolori, alcuni ragazzi stavano costruendo un castello con sassi e sabbia.
<<La torre è ancora bassa!>>
<<Portate altra sabbia bagnata!>>
<<Non fate rompere i merli!>>
Luciano scavava con una paletta rossa a punta un profondo fossato tutt'intorno.
<<Gambadilegna, vai a riempire questi due secchielli!>>
ordinò Carmelo.
<<Margherita, vuoi andare tu?...Per piacere!>> la pregò il ragazzo. <<Io ho paura del mare!>>
Gambadilegna era il soprannome di Tonino, zoppo fin dalla nascita a causa di una malformazione all'arto destro.
<<Avete sentito?>> intervenne Marcello. <<Gambadilegna ha paura del mare! Ah! Ah! Ah!>>
Scoppiò una risata generale e qualcuno cominciò a beffeggiarlo.
<<Non ti avvicinare all'acqua, perché le onde ti possono inghiottire!!!>> fece Mauro, mimando un cavallone.
<<Attento!>> gridò Giuliana. <<Uno squalo!>>
<<No, no: è un pescecane!>> le fece eco Luciano.
Tonino abbassò la testa mortificato e lentamente si allontanò, senza mai girarsi. Non capiva il comportamento dei suoi amici che non perdevano occasione per ridere di lui.
<<Sono felici quando mi prendono in giro!>> pensava. <<Mi trattano come se io fossi uno scemo. Anche quelle smorfiose!>>
Mentre questi pensieri gli tormentavano la mente, sentì dei passi avvicinarsi sempre più. Si girò e... cominciò a correre.
<<Prendiamolo! Prendiamolo!>>
Erano gli amici di prima.
<<Buttiamolo in mare!>>
<<Facciamogli bere un pò di acqua!>>



© 2019 - I testi e le immagini del sito sono di proprietà di Montella Carmine, Baiano (Av). E' vietato l'uso senza l'autorizzazione dell'autore!
   
| Martedì, 15. Ottobre 2019 || Reprinted by Montella Carmine |