LV ENHANCED Image Slider  

Chiesa di Santa Croce

Chiesa di Santa Croce

PDFStampaE-mail

Mappa: http://xm.my/2gOv

(da www.tuttocampania.it)

L'attuale configurazione della Chiesa di S. Croce è databile intorno alla prima metà del 1400. Dell'originaria struttura tardo-gotica non resta nulla. La chiesa ha subito vari cambiamenti in periodo barocco e nel corso del 1800. Aveva anticamente il ruolo di cimitero, come attesta la grossa lastra di marmo, che si trova a sinistra dell'ingresso, detta "botularium" (botola) che consentiva l'accesso al piano sotterraneo. All'esterno la facciata della chiesa, in stile neo-gotico, presenta al di sopra del portale un arco a sesto acuto bilobato. Al livello d'imposta e dell'architrave, retto da due mensoline composite, corre una fascia con un motivo a treccia. Sui due lati del prospetto, due lesene ospitano rilievi sull'intonaco che fingono aperture e rosoni con motivo a croce. Al di sopra delle due bifore, il cornicione presenta mondature ed un fregio continuo, composto da archetti a sesto acuto. L'interno della chiesa presenta una pianta rettangolare con un'unica navata, scandita da 5 campate. L'abside lobato è sormontato da una volta a semicupola ellittica. Presso il presbiterio, sulla sinistra dall'ingresso si apre una cappella a pianta rettangolare con una volta a vela. Le pareti della chiesa sono divise in 5 archi a tutto sesto, decorati con fregi barocchi e sovrastanti altari in marmo. Al di sopra degli archi corre un cornicione sostenuto da pilastri con capitelli compositi addossati alla parete. All'interno della Chiesa era custodita una grande tela raffigurante "il ritrovamento della Santa Croce" attribuita al Landolfi, al momento trasferita per essere restaurata. Il campanile, in stile neo-rinascimentale, presenta un portale d'ingresso con un architrave sorretto da due lesene con capitello composito. L'apertura al primo livello presenta un cornicione rettilineo; quella al secondo un timpano triangolare. Il cornicione, fortemente aggettante, presenta un fregio con mensoline ed un motivo con metope e triglifi.

© 2019 - I testi e le immagini del sito sono di proprietà di Montella Carmine, Baiano (Av). E' vietato l'uso senza l'autorizzazione dell'autore!
   
| Giovedì, 20. Giugno 2019 || Reprinted by Montella Carmine |