(dedicata a Filomena Napolitano)

I tuoi pensieri devastati
senza pietà alcuna
in un duello tra Cuore e Mente
e tu hai strappato il libro della vita,
il corso del destino hai cambiato,
hai respinto  il Fato
che altri progetti  per te preparava.

 

Per non tornare indietro
hai tagliato i ponti.

Per sfuggire alle paure della mente

in un conflitto interno
un biglietto di sola andata
hai staccato sul treno verso mondi nuovi.
Nel buio del tunnel una luce nuova
si è accesa per certezze nuove.

Una nuova strada ti ha indicato
la stella polare per un viaggio
verso sogni senza catene
finalmente libera
padrona della tua vita.

 

Sei stata sempre alla ricerca
di qualcosa che qui non hai trovato
e di certezze mai avute,

ora avrai una terra fertile tutta per te
ed un giardino da coltivare,
pianterai fiori profumati
per adornare i templi del Signore
e bianchi petali dal cielo lascerai cadere
come fiocchi di morbida neve
per sanare le ferite del dolore.
Seminerai chicchi d’amore
e a chi ti vuole bene porgerai
i frutti nel palmo delle mani
per alimentare il bisogno di te.

E asciugherai le loro lacrime
con una dolce carezza
nei sogni delle notti di festa.

 

Quando col peso degli anni,
gli acciacchi dell’età,
le rughe ed il bianco dei capelli
da te arriveremo stanchi,
ci accoglierai nei cieli
col sorriso della tua gioventù
che sulla terra hai lasciato
e ci farai da guida tra l’infinito.

 

(Baiano, 9 febbraio 2019)

   
© Carmine Montella, Baiano (Av) - Senza l'autorizzazione scritta del titolare del copyright è vietato l'uso di testi, immagini e video del sito.